Come scegliere la potenza della pompa di calore

Una pompa di calore è un sistema per il quale si può determinare il riscaldamento oppure il raffreddamento di un dato ambiente. Alcune pompe di calore sono classificate come “inverter” perchè possono svolgere sia la prima sia la seconda funzione con un unico mezzo. La potenza di una pompa di calore deve essere quella più adatta alla nostra abitazione perché le sue prestazioni variano con la temperatura esterna dell’aria: se troppo piccola rischiamo di non avere il comfort atteso nelle giornate più fredde, mentre se è troppo grande potremmo avere un funzionamento non efficiente.

Per comprendere quale sia la potenza giusta da scegliere a seconda dell’ambiente in cui esso deve operare, occorre valutare una serie di circostanze come:

  • le prestazioni energetiche dell’edificio;
  • la zona climatica e la temperatura.

Cosa osservare prima di sceglierne la potenza: coibentazione e metrature

La prima considerazione da valutare deve essere quella relativa alla coibentazione dell’ambiente: un luogo particolarmente isolato termicamente da opportuni infissi ad alta efficienza energetica, non avrà infatti bisogno di una potenza particolarmente alta nelle proprie pompe di calore, a patto che si determini un numero congruo maggiore di uno alla copertura di tutta la superficie. Nel caso invece si preferisca limitare le macchina ad una sola unità, la potenza della stessa dovrà essere tale da riscaldare o raffreddare l’ambiente interamente e, per le metrature più ampie, occorrerà una macchina più potente. Un’altra fondamentale osservazione deve riguardare la collocazione dell’ambiente da riscaldare: un appartamento posto in un luogo solitamente mite ha bisogno di meno potenza dello stesso posto a temperature più severe.

manutenzione pompa di calore daikin lecce

Pompa di calore per uso domestico oppure per acqua calda?

La pompa di calore per uso domestico è quella che viene utilizzata per riscaldare l’ambiente, in modo proporzionale alla temperatura esterna. La pompa di calore che deve garantire anche l’acqua calda in casa, naturalmente, ha bisogno di una potenza quasi raddoppiata rispetto alla prima, perchè adempie a più servizi contemporaneamente. Anche in questo caso per la presenza di vasche da bagno ad idromassaggio piuttosto che piscine riscaldate, la potenza stimata dovrá essere maggiore rispetto ad una pompa di calore che non rimedi a tali situazioni.

Pompa di calore inverter oppure no?

Per determinare l’impiego di una pompa di calore ad uso inverter oppure non bisogna considerare espressamente come e quanto si intende riscaldare e raffreddare lo stesso ambiente. Una macchina inverter ha due servizi da offrire per mezzo dello stesso motore, di conseguenza ha una potenza superiore rispetto a se dovesse adempiere ad una sola azione. Nel caso in cui serva la stessa potenza sia nel raffreddamento sia nel riscaldamento di un ambiente, la pompa di calore inverter risulta la migliore soluzione perchè adopera nello stesso modo l’una e l’altra cosa.  Lo spreco o il dispendio monetario vi sono nel momento in cui, a seguito dell’acquisto e dell’istallazione di un inverter, si utilizzi una funzione in misura nettamente superiore all’altra. Gli studi RSE monografici riferiti all’energia delle pompe di calore fanno ben presente che l’uso solitamente approntato per l’energia ricercata differisce a seconda della posizione sul territorio italiano.

Dopo aver considerato metrature, isolamento termico, funzione che la pompa di calore deve avere, ci si può fare un’idea sulla tipologia di macchina da acquistare e sulla potenza da installare. In caso di dubbi di qualsiasi genere è importante rivolgersi a professionisti e lasciarsi consigliare adeguatamente a seconda dei bisogni.



Lascia un commento