La climatizzazione delle strutture mediche e sanitarie

Negli ambienti adibiti alla cura delle persone come le strutture mediche o studi dentistici, è importante che gli impianti di climatizzazione e riscaldamento contribuiscano a creare un ambiente salubre e confortevole.

Ciò supporta sia il lavoro di personale medico e sanitario ma aiuta anche il benessere ed il recupero della salute dei pazienti. In linea di massima, le strutture mediche sono ambienti particolari, dove vi possono essere pazienti con patologie diversificate. Per questo motivo l’aria deve essere e gli impianti di riscaldamento e climatizzazione devono garantirne il corretto ricambio.

Migliorare la qualità dell’aria negli studi medici

Normative nazionali e internazionali impongono che negli ambienti sanitari vi sia un clima confortevole, sia per gli operatori che per i pazienti. Che sia un poliambulatorio o uno studio dentistico, ogni ambiente deve rispondere a perfetti criteri di sicurezza e areazione.

La qualità dell’aria nei locali può essere estremamente viziata dal sovraffollamento di persone o dall’emissione di odori provenienti dalla strumentazione che si utilizza o dall’uso di medicinali. Per questo motivo è importante che ci sia il giusto ricambio d’aria. Ad esempio, negli studi odontoiatrici, uno scorretto funzionamento degli impianti di riscaldamento e climatizzazione potrebbe mancare dal trasmettere le sensazioni desiderate di pulizia e asetticità.

È possibile raffreddare o riscaldare gli ambienti attraverso impianti altamente funzionanti, autonomi o centralizzati, che garantiscono una temperatura ideale e il giusto ricambio d’aria, abbattendo anche il tasso di umidità. D’altronde ogni stanza, in una struttura sanitaria, in base al tipo di apparecchiature e alle attività che si svolgono, necessita di un trattamento termico ad hoc. Ad esempio, la sala d’attesa o la sala in cui si effettuano le attività con i pazienti richiedono una temperatura diversa. Infatti, in determinati periodi dell’anno si ha la necessità di riscaldare la sala di attesa, mentre in sala operativa si sente l’esigenza di raffreddare l’aria.

Sistemi di riscaldamento e raffreddamento a pompa di calore

Il riscaldamento e la climatizzazione delle strutture mediche possono avvenire attraverso diverse tipologie di impianti, tra cui quelli a pompa di calore.

Questi ultimo sono degli innovativi sistemi che con un solo apparecchio e sfruttando una particolare tecnologia, permettono sia di raffrescare che riscaldare. Come abbiamo detto in precedenza, è importante che all’interno degli ambienti sanitari ci sia il giusto comfort. Infatti, l’aria immessa nell’ambiente interno deve essere opportunamente filtrata, adattata alle esigenze cliniche e vede mirare ad annullare il tasso di umidità.

Gli impianti con tecnologia a pompa di calore acquistano energia termica da sorgenti naturali (come aria, acqua, terra) per conferirla internamente alla struttura da riscaldare o climatizzare, alla temperatura desiderata.

Questi impianti innovativi, oltre ad essere estremamente efficaci, sono a bassissimo impatto ambientale poiché sfruttano per quasi l’80% fonti di energia rinnovabili. La distribuzione all’interno della struttura, del caldo o del freddo, può avvenire attraverso i sistemi a pannelli radianti (impianti a pavimento, soffitto, parete) o i sistemi a ventilazione (ventilconvettori).

Avendo la doppia funzione di riscaldamento e raffreddamento, ne consegue un notevole risparmio sui costi e i consumi energetici, abbattendo notevolmente le spese della struttura. Gli edifici del settore sanitario sono tra quelli che maggiormente consumano energia termica ed elettrica per  garantire ai pazienti servizi 24 ore su 24.

Procom, grazie all’esperienza dei suoi tecnici, propone e individua le migliori soluzioni di riscaldamento e il condizionamento per strutture sanitarie e mediche, in grado di contenere i costi legati alle utenze ed offrire un ottimo comfort climatico durante tutto l’anno.

 

 

 



Lascia un commento