Risparmio energetico in azienda, ecco cosa fare

Per le aziende intraprendere la strada del risparmio energetico è una soluzione sempre più conveniente. Talvolta infatti, vi sono degli sprechi di energia che possono facilmente essere arginati non solo da nuove abitudini ma anche dall’installazione di nuovi impianti volti al risparmio energetico. Oggi può essere un’ottima scelta investire su tali soluzioni grazie all’azzeramento delle emissioni, ai risparmi in bolletta e agli incentivi fiscali.

Come ridurre i consumi in azienda: alcuni consigli

Gli interventi volti al risparmio energetico nella propria azienda sono diversi, e possono produrre dei notevoli vantaggi in termini di risparmio e comfort.

Un primo intervento per la diminuzione della dipendenza energetica e all’ottimizzazione delle risorse economiche, è quello del controllo dei consumi energetici.  Quest’ultimo infatti può essere effettuato da un consulente terzo e imparziale all’interno dell’azienda, e consiste nel prendere in considerazione i sistemi di raffrescamento (solitamente le più dispendiose) e di riscaldamento, oltre che la coibentazione dell’edificio e l’utilizzo dell’energia a seconda delle fasce orarie.

Un secondo intervento per il risparmio energetico, invece, consiste nell’aggiornamento del sistema di illuminazione. Quest’ultimo infatti sta avendo un continuo sviluppo, e attualmente sono alquanto note le illuminazioni a LED. Queste costituiscono delle novità, nonché delle opportunità, per le aziende con magazzini e capannoni aventi ancora sistemi di illuminazione di vecchia data.

Il risparmio sarà sicuramente minore rispetto a quello che si potrebbe avere in caso di sostituzione degli impianti invernali, ma si deve comunque tenere conto di un ottimo risparmio.

Un’ulteriore modifica che si può apportare all’interno della propria azienda è il miglioramento della flotta dei veicoli. Queste ultime non influiscono eccessivamente sui consumi di energia, bensì su quelli delle risorse. Infatti, elementi quali le revisioni, i carburanti ed il bollo, così come le assicurazioni costituiscono un certo peso per il capitale della propria azienda.

Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernali

Come già anticipato, uno tra i maggiori interventi che comportano un ampio risparmio di risorse ed energetico è la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernali. È infatti opportuno installare degli impianti termici e fotovoltaici, tipici delle energie rinnovabili più comuni e utilizzate in vari ambiti.  Queste ultime infatti, non hanno solo un basso impatto ambientale, ma comportano un maggiore risparmio delle proprie risorse.  Per tale motivo, è consigliabile l’installazione di impianti a energia verde, così da garantirsi un certo ritorno economico.  Nello specifico, si consiglia l’utilizzo di tecnologie efficienti quali la cogenerazione e la trigenerazione, e quindi la definitiva sostituzione di impianti obsoleti.

Infine, è possibile risparmiare tramite dei piccoli accorgimenti che normalmente vengono applicati anche alla propria casa.
Uno tra i primi accorgimenti semplici da applicare è quello di evitare di lasciare delle luci accese, a prescindere dal fatto che queste siano tradizionali oppure moderne (e quindi LED). È anche consigliabile sostituire le lampade ad alto consumo.
Inoltre, nel caso in cui si dovesse comperare dei nuovi dispositivi da ufficio (quali stampanti, computer, etc…), è consigliabile comperare esclusivamente dei prodotti caratterizzati dalla categoria energetica superiore A++ oppure A+++. Queste ultime comportano infatti un ottimo risparmio.

Infine, è consigliabile sfruttare i propri condizionatori e ulteriori impianti quali le pompe di calore in casi necessari e in modo da non avere dei dispendi energetici inutili, come ad esempio il lasciare porte o finestre aperte.



Lascia un commento