Manutenzione ordinaria della caldaia: la guida ad obblighi e adempimenti

La manutenzione della caldaia è fondamentale non solo perché attraverso essa si ottimizza il funzionamento ed il rendimento termico della caldaia (abbattendo i costi) ma anche per una questione di sicurezza: attraverso le operazioni di manutenzione si aumenta l’efficienza e quindi si riducono le emissioni di sostanze nocive.

La manutenzione deve essere sempre eseguita da personale qualificato, idraulico caldaista o comunque da un idraulico altamente qualificato.

Sono sostanzialmente due gli interventi che vengono effettuati per la manutenzione di caldaie con potenza inferiore ai 35 kW: la pulizia della caldaia, ogni anno, ed il controllo dei fumi ogni due anni; nel caso di installazione di una caldaia nuova il primo controllo dei fumi va fatto dopo 4 anni. Dal punto di vista legislativo la mancata pulizia annuale della caldaia non comporta nessuna sanzione, infatti essa non è un intervento obbligatorio ma è altamente consigliata per prevenire i guasti e mantenere un’adeguata efficienza.

In cosa consiste l’intervento di pulizia? Sostanzialmente il caldaista procede allo smontaggio delle parti rimovibili esterne della caldaia al fine di effettuare una minuziosa pulizia della stessa ma anche una verifica di tutte le varie regolazioni e dei suoi parametri di funzionamento. Al contrario la prova fumi ogni due anni è obbligatoria per legge, essa permette di controllare la regolazione del bruciatore. Il test prevede la determinazione della temperatura dei fumi di combustione e dei valori di tiraggio della caldaia, la misurazione dei valori inquinanti (anidride carbonica e monossido di carbonio) ed il controllo dei parametri che favoriscono sia risparmio energetico che sicurezza. Da tenere presente che tale prova viene eseguita a caldaia pulita, pertanto in presenza di una caldaia anche lievemente sporca non sarà possibile effettuare la prova. Al termine della stessa l’idraulico vi rilascerà la ricevuta con i risultati delle prove, ovviamente il documento andrà conservato.

Manutenzione caldaia lecce brindisi
Libretto d’impianto e responsabile d’impianto

Con il Decreto 20 Giugno 2014 si ha l’obbligo, a partire dalla data 16 Ottobre 2014, di redigere un nuovo libretto di impianto chiamato “libretto di impianto per la climatizzazione” e il nuovo “rapporto di efficienza energetica“. Nel nuovo libretto di impianto oltre a sistemi di riscaldamento e caldaie saranno registrati anche sistemi di climatizzazione ed impianti solari. Pertanto ogni impianto (e tipo di impianto) dovrà essere dotato del singolo libretto. In caso di nuova installazione la compilazione del libretto viene eseguita dal tecnico specializzato, quando il nuovo impianto viene installato. Nel caso di impianto già esistente, il libretto verrà compilato in occasione del primo intervento di manutenzione dal responsabile di impianto. Solitamente il responsabile di impianto è lo stesso proprietario della caldaia o, nel caso di condomini, l’amministratore; nell’eventualità in cui non ci fosse un amministratore il responsabile d’impianto diventa il titolare dello stabile; nel caso di immobili locati il responsabile della manutenzione e dell’esercizio dell’impianto è l’occupante dell’immobile.

Il rapporto di efficienza energetica

Durante gli interventi di manutenzione, oltre al libretto di impianto per la climatizzazione, deve essere redatta anche una scheda aggiuntiva, il rapporto di efficienza energetica. In particolare devono redigere il documento in questione tutti coloro che dispongono di impianti termici di climatizzazione invernale di potenza termica utile nominale superiore a 10 kW e di impianti di climatizzazione estiva con potenza superiore a 12 kW. Al pari del nuovo libretto di impianto per la climatizzazione anche questo documento deve essere redatto per ogni singolo impianto (sia termico che di condizionamento).

Pro.Com ha previsto, tra i suoi servizi, anche un comodo contratto di manutenzione annuale della caldaia  che risolverà qualsiasi imcombenza relativa alla perfetta tenuta dei macchinari, sia relativamente alla pulizia sia in ordine al perfetto funzionamento. Qui maggiori info!



Lascia un commento