Perchè è importante una regolare manutenzione dei condizionatori d’aria

Respirare aria pulita nei luoghi privati e in quelli pubblici, soprattutto commerciali, è fondamentale per la nostra salute. Ma spesso si verificano, soprattutto nei canali aeraulici, ostruzioni di polvere o l’accumulo di virus o muffe. La mancata manutenzione dei condizionatori può provocare una concentrazione anomala di biocontaminanti e causare alcune patologie indotte dagli agenti biologici, essenzialmente di tipo allergico o infettivo. Colpi di tosse o starnuti; un’irritazione agli occhi o un generico fastidio al petto:  sono questi i sintomi causati da un condizionatore d’aria sporco. I filtri dei condizionatori, infatti, sono un ambiente ideale anche per il proliferarsi di muffe e acari in quanto il caldo – umido sostiene la crescita di batteri che, con la forte spinta dell’aria, vengono immessi nell’ambiente.

Una volta immesse nell’ambiente, virus, miceti e polveri sottili possono causare dei fastidi al nostro corpo.  Di seguito vediamo quali sono i principali sintomi causati dai condizionatori d’aria e le buone prassi per tenerli sempre efficienti.

Le patologie causate dai condizionatori d’aria

Esistono numerose malattie che possono essere trasmesse da un condizionatore d’aria sporco. Ecco un elenco delle patologie da aria condizionata che si possono verificare:

• congiuntivite;
• faringite e tonsillite;
• laringite;
• polmonite;
• nevralgia;
• rinite;
• sinusite.

Tra le malattie causate dai condizionatori d’aria e canali UTA anche la Legionella, organismo ubiquitario che prolifera soprattutto in ambienti acquatici caldi, tra 32 e 45°C.

sintomi condizionatori d'aria

Che cosa si annida dentro i condizionatori d’aria?

Polline o smog sono le più comuni infiltrazioni. Il sistema di ventilazione e il condizionatore in automatico cattureranno dall’esterno l’aria carica sia di ossigeno sia di particelle volatili.  Una corretta manutenzione del filtro del condizionatore permetterà di purificare tutto l’impianto e poter ridurre al minimo i rischi per la salute non solo di soggetti allergici, ma di tutti coloro che transiteranno da quegli spazi.

Utilizzare l’aria condizionata non è affatto nocivo per la salute: alcuni studi hanno dimostrato che, un impianto ben pulito può addirittura diventare salutare per i soggetti allergici, in quanto i  filtri, bloccando l’ingresso di germi e pulviscolo, decontaminano l’aria, portando subito immediati benefici.

Buone prassi 

Sicuramente un corretto utilizzo del sistema d’aria evita l’insorgere di alcune patologie e disturbi fisici. Se si usa l’impianto di climatizzazione per raffreddare l’ambiente, è necessario non abbassare troppo la temperatura: mai scendere sotto i 5 gradi della temperatura esterna calcolata all’ombra.

Se si trascorre molto tempo in un ambiente con temperatura troppo bassa rispetto a quella esterna, si va incontro a torcicollo, mal di testa, mal d’orecchio o mal di pancia.

Un segnale che ti invita alla pulizia dei canali aeraulici è il cattivo odore che fuoriesce dal condizionatore d’aria al momento dell’accensione: è un sintomo di sporcizia accumulata nel filtro d’aria o nello split.  A questo punto è necessario far effettuare una pulizia dell’impianto dall’esterno, per eliminare la sporcizia o l’unto che si accumula nelle pale.



Lascia un commento