Risparmiare sul riscaldamento: ecco alcuni consigli utili

Con l’arrivo dell’inverno una delle preoccupazioni principali riguarda l’aumento delle bollette relative al riscaldamento. Esistono però delle accortezze da attuare per poter limitare i consumi in modo da non pagare somme esagerate in tal senso.

Consigli per limitare le spese circa il riscaldamento

La regola numero uno riguarda la manutenzione della caldaia e dell’intero sistema di riscaldamento: è opportuno verificare anno per anno la validità del proprio impianto nel tempo precedente all’accensione invernale, grazie a professionisti che possano effettuare i dovuti test e risolvere eventuali anomalie. Effettuare i controlli periodici degli impianti di riscaldamento, come da indicazioni del fornitore, permette una maggiore funzionalità e sicurezza. Inoltre non bisogna mai per nessuna ragione occludere i termosifoni ed i termoconvettori, perchè la loro azione verrebbe nettamente ridimensionata ed il calore troverebbe letteralmente un muro a fermarlo.

Allo stesso modo bisogna ricordarsi di tenere chiuse finestre e tapparelle durante la notte, se si intende accendere il riscaldamento, così da non disperdere il calore. È opportuno però far areare la stanza durante il giorno, così da non creare fonti di umidità. Prima di azionare il sistema di riscaldamento, è bene far sfiatare i termosifoni, nel caso in cui si utilizzino i radiatori, perchè l’aria intrappolata all’interno riduce il calore che può essere sviluppato. Importante è l’isolamento termico dell’ambiente, operabile mediante finestre ben congegnate tramite doppi vetri e l’eliminazione degli spifferi presenti.

Le stufe elettriche consumano molto, quindi sostituire un impianto già presente con queste è piuttosto dispendioso; il riscaldamento a pompa di calore è invece piuttosto valido anche per quanto concerne i consumi. Nelle stanze poco frequentate o poco utilizzate è opportuno spegnere o chiudere il sistema di riscaldamento, perchè sarebbe inutile riscaldare una stanza che non viene vissuta pienamente. Isolare la cappa del camino o i cassoni delle avvolgibili, significa inoltre ridurre nettamente gli spifferi e non disperdere ulteriormente il calore.

Come mantenere costante la temperatura

È consigliabile durante il giorno tenere la temperatura tra i 19 e i 20 gradi. Si stima, infatti, che anche un solo grado in più fa aumentare i consumi dell’8%. Per mantenere costante la temperatura in casa, occorre innanzitutto discernere le tempistiche reali: di notte è consigliabile ridurre la temperatura a 16/17 gradi in casa ed aumentarla un’ora prima del risveglio, badando bene a tenere la stanza isolata dalle temperature esterne, in modo da non sprecare.
La temperatura della caldaia non deve superare i 45 gradi, in modo che questa non operi troppo rispetto alle temperature esterne più basse. Una centralina automatizzata consente di regolare la temperatura a seconda del bisogno.

Sostituzione del sistema di riscaldamento

È bene inoltre specificare che la qualità del sistema di riscaldamento dipende in via quasi esclusiva dall’innovazione dello stesso: un sistema obsoleto va sostituito per essere efficiente e conveniente al livello di spese. Fortunatamente le detrazioni fiscali istituite per Legge per mezzo del bonus per il risparmio energetico, servono proprio per facilitare la sostituzione di un sistema vecchio con uno nuovo, affinchè risulti più pratico e meno inquinante.



Lascia un commento